Sport Ultime Notizie

Oggi a Rimini prime visite e test medici per sette giocatrici del Neruda Volley Bolzano

27 Luglio 2016

author:

Oggi a Rimini prime visite e test medici per sette giocatrici del Neruda Volley Bolzano

In foto: le ragazze e lo staff del Neruda Volley Bolzano insieme a Guglielmo Amendola

Per il primo atto ufficiale della stagione 2016/2017 il Neruda Volley Bolzano si è spostato dalle montagne al mare. Nella giornata di oggi, infatti, sette delle giocatrici che vestiranno la maglia arancioblù nella prossima annata sportiva si sono ritrovate a Rimini per svolgere una serie di primi test fisici. L’occasione è stata propizia per un primo incontro fra buona parte delle atlete che saranno compagne di squadra, oltre che per lo staff tecnico e fisico per valutare le diverse condizioni fisiche di ciascuna. Epicentro di questa giornata romagnola è stato lo studio “Fisioterapisti Snc Guglielmo Amendola e Stefano Dell’Omo” di Rimini, centro molto fornito, rinomato in ambito nazionale ed estremamente professionale, prezioso partner della società arancioblù. “E’ stata una esperienza molto positiva – commenta Francois Salvagni, allenatore del Neruda Volley Bolzano – soprattutto perché ci ha dato l’occasione di conoscere da vicino e di poter iniziare la collaborazione con uno studio all’avanguardia nazionale dal punto di vista fisico. Oltre a poter far svolgere a buona parte della squadra dei preziosi test così da programmare un lavoro personalizzato, per far arrivare le ragazze nelle migliori condizioni possibili all’inizio della preparazione”. Presenti a questo giorno di test ed esami sette delle atlete del Neruda Volley Bolzano che verrà: le palleggiatrici Giulia Pincerato e Natasha Spinello, la schiacciatrice Valeria Papa, le centrali Christina Bauer, Floriana Bertone e Marina Zambelli, il libero Eleonora Bruno. Assenti giustificate le atlete straniere ancora impegnate con le proprie nazionali. “Si è trattato – afferma Piero Babbi, direttore sportivo del Neruda Volley Bolzano – di una giornata molto utile per rompere il proverbiale ghiaccio, per iniziare a conoscersi fra le ragazze che comporranno il nuovo gruppo. E per permettere allo staff tecnico e fisico di conoscere meglio le diverse situazioni fisiche, su cosa c’è la necessità di intervenire in prospettiva futura per portare al massimo della condizione la rosa nel più breve tempo possibile. Ormai ci mancano pochissimi tasselli per chiudere l’organico della squadra 2016/2017”.

 

 

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *