Cultura e società Ultime Notizie

Bolzano. La Gustav Mahler Jugendorchester sarà di nuovo in città dal 5 al 22 agosto

7 Luglio 2016

author:

Bolzano. La Gustav Mahler Jugendorchester sarà di nuovo in città dal 5 al 22 agosto

L’estate bolzanina si preannuncia ricca di musica! La Gustav Mahler Jugendorchester sarà di nuovo in città dal 5 al 22 agosto, e quest’anno salirà sul palco in tre appuntamenti imperdibili.

Philippe Jordan è uno dei giovani direttori più brillanti della sua generazione e dirige due delle orchestre europee di maggior prestigio, L’Opéra National di Parigi ed i Wiener Symphoniker. Christian Gerhaher è a sua volta una delle voci più apprezzate del panorama internazionale, con al suo attivo dischi per etichette discografiche del calibro di Sony, Deutsche Grammophone, RCA, e collaborazioni con gruppi della classe e fama di Concentus Musicum, Berliner Philarmoniker e Leipzig Gewandhaus Orchestra.

Ma per ascoltarli quest’estate non servirà assicurarsi né un buon posto alla Berliner Philarmonie né al Musikverein di Vienna: il Bolzano Festival Bozen porta il meglio della classica sui nostri palcoscenici altoatesini. Ma l’unicità di questa esperienza d’ascolto sta nella “materia prima” di questa offerta musicale, ovvero la passione ed il talento di più di un centinaio di giovani musicisti delle migliori scuole e accademie europee. La bacchetta di Philipp Jordan avrà infatti nuovamente il compito di addomesticare l’energia esplosiva della più celebre tra le orchestre giovanili mondiali, la Gustav Mahler Jugendorchester, che reduce dalla tournée primaverile è pronta per rinserrare le fila attorno a questi due campioni della classica internazionale.

Impossibile dubitare della qualità di questi giovani musicisti, ancor meno del loro impegno. Le selezioni per entrare a far parte della GMJO sono infatti durissime: più di 2000 musicisti partecipano ogni anno alle audizioni che si tengono nelle principali città d’Europa. Con l’orchestra hanno collaborato i più grandi direttori e solisti. Bolzano ha la fortuna di poter offrire ormai da anni la residenza per le prove estive dell’orchestra, creata da Claudio Abbado nel 1986, facendosi così promotrice della formazione della creme dei giovani musicisti europei, e regalando al pubblico bolzanino la possibilità di ascoltare il meglio di quello che l’universo della musica classica ha da offrire in questo momento.

Il programma è all’insegna del “grandioso” e del “monumentale”. Da “Der Abschied”, tratto dal “Das Lied von der Erde” di Gustav Mahler, interpretato dal baritono Christian Gerhaher, alle due grandi sinfonie che segnano l’epilogo dello sforzo sinfonico di Mahler e Bruckner, ovvero le rispettive none sinfonie, con la loro carica simbolica e trascendente, il fascino dell’incompiuto e dell’opera ultima. Meno consueta invece la scelta di J. S. Bach, e della cantata “Ich habe genug”, scritta dal compositore nel 1727, che vedrà il baritono Gerhaher impegnato nel repertorio barocco.

Ai due consueti appuntamenti con la GMJO quest’anno se ne aggiunge in via del tutto eccezionale un terzo, e non per caso: ad aprire infatti i concerti bolzanini dell’orchestra giovanile sarà un appuntamento dedicato al compositore, direttore e pianista Pierre Boulez, scomparso pochi mesi fa, il 5 gennaio 2016. Boulez, che è stata una delle figure più importanti del nostro tempo tanto come direttore d’orchestra ed interprete, quanto come compositore d’avanguardia e sperimentatore, sarà omaggiato dai giovani musicisti della Gustav Mahler con un suo brano, Messagesquisse, scritto tra il 1976-77, per violoncello solo e sei violoncelli d’accompagnamento. Seguiranno musiche di Stravinskij e Janaček, ed il Concerto per Pianoforte e Orchestra n.2 op.19 di Beethoven, interpretato dal pianista statunitense Nicholas Angelich. A dirigere questo speciale concerto in memoriam sarà Leo McFall, giovane stella della direzione orchestrale, vincitore di alcuni premi internazionali tra cui il “Deutsche Dirigenten Preis” 2015. Sicuramente sarà entusiasmante assistere a quale sinergia può nascere dall’incontro della bacchetta di un giovane direttore e l’entusiasmo di un’orchestra composta dai più promettenti musicisti delle accademie e università europee.

La proposta musicale della Gustav Mahler Jugendorchester rimane dunque di alta qualità e non manca di rinnovarsi, offrendo ogni anno un’esperienza d’ascolto unica ed irripetibile. Bolzano torna ad essere come ogni estate un centro di prim’ordine per la musica classica internazionale.

E’ già possibile assicurarsi un biglietto per i concerti della GMJO e della EUYO presso le casse del Teatro Comunale. Gli appassionati potranno godere di offerte decisamente vantaggiose, come l’ABO per tutti e 6 i concerti delle orchestre giovanili o il pacchetto famiglia, che prevede uno sconto per i figli sotto i 18 anni, che potranno acquistare il biglietto spendendo solo 1 euro. Le casse del teatro sono aperte da martedì a venerdì dalle 11.00 alle 14.00 e dalle 17.00 alle 19.00, il sabato dalle 11.00 alle 14.00. I biglietti possono essere acquistati anche online direttamente al sito www.bolzanofestivalbozen.it.

GMJO/C Cosimo Filippini

 

 

 

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *