Cronaca Ultime Notizie

BOLZANO. Alunni della Martin Luther King scioperano sulle scalinate della Sovrintendenza

15 Giugno 2016

BOLZANO. Alunni della Martin Luther King scioperano sulle scalinate della Sovrintendenza

Il maestro Nicola deve rimanere 
 
Inconsueta manifestazione di protesta questa mattina – mercoledì 15 giugno –  davanti alla Sovrintendenza scolastica in via del Ronco di un gruppo di scolari della 3D della scuola primaria (un tempo e spesso ancor oggi più semplicemente detta “scuola elementare”) Martin Luther King dell’istituto comprensivo Bolzano Europa 2 sita in via Parma. Protesta insieme alla richiesta che l’amato maestro di italiano Nicola Sorvillo dopo tre anni di lavoro con questi allievi non venga spostato nella scuola dove è di ruolo, e cioè alla scuola primaria Gianni Rodari di Oltrisarco.
Manuela Paparella, una mamma che accompagna i bambini, spiega che la richiesta dei ragazzi coincide con quella dei genitori, che consiste nel voler garantire alla classe dei loro figli la continuità didattica. “I nostri figli hanno deciso che in settembre non torneranno in aula senza di lui. Ora la Sovrintendenza vuole riportarlo nella scuola di Oltrisarco. La sovrintendente Nicoletta Minnei, con la quale abbiamo parlato, risponde che si potrà avere una risposta definitiva solo a fine luglio. Noi, però, intendiamo far sentire la nostra voce anche per venire incontro a quanto ci chiedono i nostri bambini.” 
In realtà la questione, spesso ricorrente in molti istituti, è assai più complessa di quanto possa apparire ai non addetti ai lavori perché implica aspetti di legittimità rigorosi che devono essere rispettati.
L’occupazione dei posti degli insegnanti è infatti regolata da graduatorie che non possono essere disattese perché tengono conto dei diritti degli altri insegnanti, a meno che non venga raggiunto un accordo condiviso tra le parti.  Accordo che evidentemente richiede contatti e il tempo necessario per far sì che tutti gli aspetti normativi non confliggano con i legittimi interessi degli insegnanti coinvolti. Ecco perché solo a fine luglio sarà possibile sapere se il maestro Sorvillo potrà rimanere con i suoi affezionati allievi dai quali è tanto stimato quanto amato.

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *