Cultura & Società Ultime Notizie

Nel 40° anno dal terribile terremoto che ha sconvolto il Friuli

20 Maggio 2016

author:

Nel 40° anno dal terribile terremoto che ha sconvolto il Friuli

Duomo di Gemona – Concerto dell’AKADEMISCHES ORCHESTER BERLIN

Commovente appuntamento organizzato, su invito delle Istituzioni Friulane, da Associazione Mozart Italia – Sede Nazionale di Rovereto e Fogolar Friulan di Trento

“Resurî”, realizzato dalle Produzioni televisive dell’Agenzia Regione Cronache del FVG in collaborazione con la sede regionale della Rai e il contributo di Rai Teche, raccoglie le immagini e le parole registrate dopo il terribile terremoto che ha colpito il Friuli 40 anni fa. Mescola fotogrammi di dolore e speranza e mostra quell’unità di intenti che portò a condividere la ricostruzione secondo lo schema “prima le fabbriche, poi le case, poi le chiese”.

La proiezione ha aperto le iniziative organizzate dalle Istituzioni Friulane per ricordare il drammatico evento, alle quali ha partecipato anche il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella: “La solidarietà internazionale ha accompagnato nei momenti dell’emergenza questa regione. Ma i protagonisti assoluti sono stati gli abitanti delle zone colpite, con i loro amministratori comunali e regionali. Quasi mille vittime. Protagonisti del soccorso anche i volontari, giovani e meno giovani, che hanno evidenziato i tratti migliori del carattere italiano: l’altruismo, la gratuità, la solidarietà”.

Molto significativi anche l’ intervento di Giuseppe Zamberletti, allora Commissario del Governo per la  Protezione civile (“Un popolo non muore per il crollo delle case, il Friuli è vivo perché sono vivi i suoi valori”) e le sfumature politiche messe in evidenza da Debora Serracchiani, Presidente della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia  (“Rinascita e identità: furono questi gli elementi attorno ai quali ritrovarsi con una classe dirigente unita, coraggiosa, che, al di là delle appartenenze politiche, seppe utilizzare al meglio gli strumenti dell’autonomia. Ricordare questo è importante e diventa una risposta a quanti sostengono che la Specialità rappresenti una sorta di privilegio anacronistico. Lo Statuto speciale si difende con i fatti, quarant’anni fa come oggi”).

Una ricostruzione «dov’era e com’era» – una delle frasi simbolo del post-terremoto – che ha segnato il Friuli e l’intera comunità, distrutta ma fiera, impegnata a lavorare con coraggio, rimboccandosi le maniche, per immaginare e per costruire il proprio futuro. Questo è l’esempio del Friuli.

Tra le molte altre manifestazioni, anche due concerti nel Duomo di Santa Maria Assunta di Gemona dell’Akademisches Orchester Berlin, diretta da Peter Aderhold. Entrambi gli appuntamenti hanno registrato il “sold out”, con piena soddisfazione del direttivo del complesso (Presidente Wolfram Irmer e segretario Ulrich Sigerer), dell’Associazione Mozart Italia (il presidente Arnaldo Volani era presente con una delegazione roveretana) e il Fogolar Furlan di Trento (Giorgio Aita), ai quali le autorità del Friuli si sono rivolte per la prestigiosa e unanimemente apprezzata collaborazione.

Schermata 2016-05-16 alle 12.42.47

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *