Politica Ultime Notizie

Brunico, no al registro della biogeneralità

18 Maggio 2016

author:

Brunico, no al registro della biogeneralità

 Ne fa deuncia Cornelia Brugger, consigliera comunale del PD

A Brunico il centrodestra, guidato dal vicesindaco Renato Stancher, assieme alla Svp del sindaco Roland Griessmair hanno bocciato la mozione della consigliera del Partito Democratico, Cornelia Brugger. Ne dà notiza la stessa Brugger che bacchetta la maggioranza del Consiglio comunale
affermando che inspiegabilmente la città di Brunico resta estranea ad  una battaglia di civiltà volta a  concedere nuovi dritti alle cittadine e ai cittadini
“Il registro della bigenitorialità, già approvato oltre che a Bressanone a Bolzano e Ora, nonchè in fase di approvazione a Laives,  – sottolinea Brugger – consente ai genitori separati di ottenere entrambi informazioni in merito ai propri figli minorenni. In Alto Adige rimane costantemente alto il numero delle separazioni e molto spesso, per svariati motivi, padre e madre di minori non hanno un buon rapporto e non comunicano tra di loro le informazioni, che, come previsto dalla legge, arrivano nella casa dove sono domiciliati i figli. In pratica viene istituito presso l’anagrafe un registro al quale, anche solo uno dei genitori, potrà iscrivere il proprio figlio anche se l’altro coniuge vive in una casa diversa. Le comunicazioni che riguardano il bambino, quindi, dovranno fare riferimento a due indirizzi invece di uno solamente, ferma restando la residenza che rimarrà univoca e, i limiti alla potestà genitoriale eventualmente imposti dalle autorità”.
La Consigliera conclude la sua presa di posizione augurandosi che la decisione non sia definitiva e che la maggioranza ci ripensi.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *