Cronaca Ultime Notizie

Bolzano. Rapinatori bolzanini in trasferta a Brescia

24 Maggio 2016

author:

Bolzano. Rapinatori bolzanini in trasferta a Brescia

Pistola in pugno legano la vittima e gli portano via preziosi per 80 mila euro. 

In pieno giorno, dopo aver scavalcato il cancello, forzato la porta d’ingresso della palazzina ed essersi presentati come parenti di un vicino di casa, entrano nella abitazione di un imprenditore discografico di Brescia, pistola in pugno, lo fanno inginocchiare, lo immobilizzano legandogli mani e piedi con il nastro adesivo e lo ripuliscono dei gioielli e della collezione di orologi che conserva in cassaforte.

Uno funge da palo, Riccardo Marco Vitali, 22 enne domiciliato in via Verona a Bolzano, mentre Nicolò Bartoli 27enne, residente a Cadeo (Piacenza) e Alfredo Sebastian Tizzano, bolzanino, residente in viale Trieste, raccolgono gioielli e orologi e rapidissimi si danno alla fuga.

Questa la ricostruzione fatta dalla squadra mobile di Brescia guidata dal vice questore Giuseppe Schettino della rapina fatta dalla banda dai quattro malviventi lo scorso 18 dicembre 2015. Oltre ai tre citati avrebbe avuto un ruolo nel colpo un quarto altoatesino, Devid Agazzi, residente a Frassineto, frazione di Meltina.

I quattro, che non conoscono le vie della città lombarda, sbagliano ripetutamente strada e vengono ripresi dalle telecamere di videosorveglianza. Alcuni commercianti avrebbero anche provato a inseguirli, ma vedendo che gli uomini sono armati, desistono. Le immagini delle telecamere, intrecciate con alcune indagini disposte sui dispositivi elettronici dei quattro, hanno portato dritto all’identità dei criminali.

Il gip di Brescia Giovanni Pagliuca ha disposto per Agazzi e Bartoli la custodia cautelare in carcere e per Tizzano e Vitali gli arresti domiciliari. La questura di Bolzano ha eseguito i provvedimenti.

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *