Cultura & Società Ultime Notizie

Operation Daywork: il Comune di Bolzano come datore di lavoro

15 Aprile 2016

author:

Operation Daywork: il Comune di Bolzano come datore di lavoro

Operation Daywork: il Comune di Bolzano come datore di lavoro

Sedici giovani studenti-lavoratori impegnati a favorire progetti di cooperazione allo sviluppo

Il Comune di Bolzano da alcuni anni aderisce all’iniziativa: “Operation Daywork”. Si tratta di un importante progetto di promozione e sostegno del volontariato giovanile che si attiva a favore di progetti di cooperazione allo sviluppo. Studenti over 16  prestano  una giornata di lavoro gratuito presso aziende pubbliche o private e i datori di lavoro versano direttamente all’associazione Operation Daywork un’offerta di Euro 51 a studente. Per i ragazzi non è sempre facile trovare aziende disponbili e, in quest’ottica, l’amministrazione comunale si attiva con impegno per mettere a disposizione per un giorno diversi “posti di lavoro” a studenti degli istituti superiori dell’Alto Adige.

Quest’anno sono state sedici le opportunità di lavoro offerte dal Comune. Oggi (venerdì 15 aprile) altrettanti ragazzi  hanno così potuto lavorare in diversi servizi e uffici comunali. Sono stati impegnati nelle diverse attività amministrative d’ufficio, ma anche in ambito culturale in biblioteca. Hanno sperimentato il lavoro di giardineria e hanno svolto un’indagine per conto del Comune negli esercizi commerciali del progetto Family+. In particolare, 2 ragazze hanno svolto attività di sensibilizzazione presso il Twenty sul tema dei differenziali retributivi tra uomini e donne, visto che anche il Comune di Bolzano ha aderito all’iniziativa proviciale “Equal Pay Day”.

Il Comune da tre anni collabora attivamente con Operation Daywork (OD), associazione onlus gestita direttamente da studenti delle scuole superiori.  L’associazione ha come obiettivo quello di incentivare in modo innovativo i giovani ad un confronto critico verso temi come il rapporto tra nord e sud, giustizia sociale e sviluppo cooperativo.

Gli studenti volontari, insieme alla coordinatrice del progetto, organizzano prima campagne di sensibilizzazione nelle scuole sui temi della pace, dello sviluppo sostenibile e dell’aiuto a paesi del terzo mondo motivando altri studenti a partecipare alla Giornata d’Azione, scambiando un giorno di lezioni a scuola con una giornata lavorativa gratuita. Anche quest’anno sono più di 200 i ragazzi che attraverso, il loro lavoro volontario, sosterranno concretamente un progetto di resistenza pacifica della “Comunidad de Paz” in Colombia.

“E’ importante collaborare  per migliorare un po’ il mondo”. Così Greta Ploner del Liceo linguistico W. von der Vogelweide di Bolzano impegnata  al centro Civico Don Bosco. Entusiasta Denise Morandell del Liceo artistico W. von der Vogelweide che ha curato l’indagine Family+  “Stiamo facendo un’esperienza concreta di lavoro e contemporaneamente facciamo anche una cosa lodevole” ha detto.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *