Politica Ultime Notizie

Merano. Raccolta differenziata, dal 12 settembre al rione Maria Assunta un progetto pilota

29 Aprile 2016

author:

Merano. Raccolta differenziata, dal 12 settembre al rione Maria Assunta un progetto pilota

I rappresentanti di tutti i comitati di quartiere si sono incontrati recentemente con gli amministratori comunali e i dirigenti dell’Azienda servizi municipalizzati per discutere di smaltimento dei rifiuti. Importante novità per quanto riguarda il rriciuclaggio: dal 12 settembre al rione Maria Assunta verranno raccolti anche il cartone e bottiglie di plastica.

Il vicesindaco Andrea Rossi e l’assessora all’ambiente Madeleine Rohrer hanno incontrato l’altro giorno i consiglieri di tutti i comitati di quartiere della città. L’incontro è stato preceduto da una riunione di tutti i presidenti dei consigli rionali che hanno redatto di comune accordo un documento nel quale sono stati evidenziati i punti critici del sistema di raccolta dei rifiuti e proposte diverse soluzioni.

I comitati chiedono maggiori controlli – I rappresentanti di quartiere hanno sollecitato l’installazione di videocamere di sorveglianza presso tutte le isole ecologiche. “Comune e Azienda servizi municipalizzati hanno investito molto nel servizio delle guardie ecologiche, che l’anno scorso sono state impegnate complessivamente 1.500 ore elevando 457 contravvenzioni” ha spiegato il direttore di ASM Claudio. Ma non vengono solo comminate multe: i vigilantes ambientali svolgono un’importante funzione di informazione e sensibilizzazione intrattenendosi spesso personalmente con le persone più indisciplinate e ricordando loro come si smaltiscono correttamente i rifiuti.

Informazione più precisa sulla corretta raccolta differenziata – L’Asm, l’Ufficio ambiente e i comitati di quartiere collaboreranno più strettamente per divulgare al meglio le modalità di raccolta e informare i concittadini sulla tariffa di smaltimento e sul numero di svuotamenti minimi che vengono in ogni caso applicati. Questo per evitare che le persone, pensando di risparmiare, smaltiscano illegalmente una quantità di rifiuti che invece è già pagata con gli svuotamenti minimi. Una corretta raccolta differenziata, ovvero la pulizia delle lattine e del vetro prima che vengano gettate negli appositi contenitori, contribuisce a mantenere pulite le isole ecologiche. Nei mesi scorsi l’Asm ha iniziato a pulire tuttele campane per la carta, il vetro e il metallo.

Ampliamento del sistema presscontainer – Nel corso della riunione è stata inoltre illustrata la strategia per l’ampliamento del sistema presscontainer, ovvero delle isole ecologiche ampliate dove i meranesi possono, con una propria tessera, depositare oltre alle solite immondizie anche vetro, carta, metalli, e rifiuti biologici. Attualmente il 30% della popolazione smaltisce i propri rifiuti in questi punti di raccolta decentralizzati. Nelle prossime settimane la Giunta comunale deciderà se estendere questo sistema e in quali siti. Il relativo piano strategico è stato elaborato dall’Asm in collaborazione con i funzionari dell’Ufficio ambiente, dell’Ufficio urbanistica e dell’Ufficio viabilità. “Questo sistema contribuisce in modo decisivo alla pulizia della nostra città, è ecocompatibile e più equo”, ha precisato Vitalini.

Progetto pilota per la raccolta del cartone e delle bottiglie di plastica – L’assessora Madeleine Rohrer e il direttore di Asm Claudio Vitalini hanno annunciato che a partire dal 12 settembre prossimo al rione Maria Assunta verranno raccolti anche il cartone e le bottiglie di plastica. Attualmente il cartone viene prelevato soltanto davanti ai negozi mentre le bottiglie di plastica possono essere consegnate nei minicentri di riciclaggio o al centro di riciclaggio di Lana. Il progetto pilota a Maria Assunta durerà sei mesi e sarà coordinato dai collaboratori di Asm, che prenderanno in consegna il materiale ogni mattina e ogni sera controllandone la qualità e fornendo agli utenti delucidazioni in caso di necessità. “Non vogliamo solo semplificare la raccolta differenziata ed evitare che cartone e plastica vengano lasciati accanto alle campane – ha chiarito Rohrer – ma compiere un altro passo avanti verso un riciclaggio più completo”.

 

 

 

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *