Bolzano. Claudia De Lorenzo, capolista della Lista Civica

28 Aprile 2016

Bolzano. Claudia De Lorenzo, capolista della Lista Civica

di Pinuccia Di Gesaro

Definire competenze e sburocratizzare i Consigli di circoscrizione

CLAUDIA DE LORENZO, CAPOLISTA DELLA LISTA CIVICA “con – mit Caramaschi” è composta da alcuni ex candidati della lista civica “Per Spagnolli” presentatasi alle scorse comunali ai quali si sono aggiunti 17 cittadini, in parte provenienti da “Italia dei Valori” e altri della società civile. Chiediamo a Claudia De Lorenzo la ragione della sua candidatura.
Superate le prime titubanze, con l’esperienza che avevo acquisito nei mesi di lavoro come assessore comunale alla scuola, pari opportunità, decentramento, tempo libero e cimitero (giugno-settembre 2015), ho accettato volentieri di mettermi nuovamente a disposizione della città.

Qual è la maggiore difficoltà che la vostra coalizione – PD SINISTRA DIE LINKE e “con – mit Caramaschi” incontra in questa campagna elettorale?
La maggiore difficoltà che riscontriamo, come del resto le altre liste e tutti i partiti è quella di destare attenzione e interesse in una popolazione tempestata di messaggi e proposte. È comprensibile che l’elettorato sia confuso da messaggi contrastanti che arrivano da ogni dove.

Oltre ai punti programmatici della sua lista, cosa personalmente le sta più a cuore?
Trovo che sia necessario approvare il nuovo Regolamento sul decentramento che stabilisca competenze e ruoli dei Consigli di Circoscrizione rendendoli più efficienti e meno burocratizzati, più propensi all’ascolto delle istanze dei cittadini. Ritengo inoltre necessario ripensare la gestione e l’organizzazione del Servizio mense scolastiche creando anche nuovi spazi di accoglienza degli alunni per la consumazione del pasto. E poi, cosa importantissima, va ripensata la riorganizzazione della modalità degli spazi sportivi assegnati alle associazioni.

Come donna ed ex assessora al tempo libero, quali obiettivi dovrà porsi il Comune nell’ambito della conciliazione dei tempi di lavoro-famiglia?
Il livello delle proposte fatte sia dal Comune sia dalle Associazioni operative nel settore è vario e di ottima qualità. Manca invece un coordinamento che aiuti le famiglie a conoscere in modo esaustivo le opportunità offerte, facilitando così la loro possibilità di scelta.

Per quali motivi fra i 13 candidati Sindaco gli elettori dovrebbero scegliere Caramaschi?
Innanzitutto per la competenza derivante dalla sua esperienza professionale e per la sua dedizione alla città.

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *