Politica Ultime Notizie

Bolzano. Asili nido, critiche a non finire contro la Provincia

11 Aprile 2016

author:

Bolzano. Asili nido, critiche a non finire contro la Provincia

In foto: raccolta firme di Alleanza per Bolzano

Bolzano. Asili nido, critiche a non finire contro la Provincia

Alleanza per Bolzano ha organizzato un banchetto per la raccolta firme a sostegno della protesta contro l’intenzione dell’Assessora Deeg di aumentare le tariffe degli asili pubblici. Presente anche il candidato sindaco di Alleanza per Bolzano, Giorgio Holzmann, secondo cui l’Assessora della SVP non terrebbe conto dell’estrema diversità tra gli abitanti della città e della periferia. “Vi sono, infatti, numerosi elementi peculiari: le abitazioni a Bolzano, in affitto o in acquisto, sono molto più care rispetto al resto della provincia e quindi le famiglie bolzanine al contrario di quanto accade nelle valli, si vedono costrette ad impegnare gran parte del loro reddito per fronteggiare questa necessità.  Inoltre, molto spesso, nei paesi della provincia i nonni sono più disponibili, considerata la vicinanza, ad accudire i nipotini e di conseguenza le famiglie possono ricorrere a loro senza doversi sobbarcare le spese che i bolzanini invece sono costretti a sostenere nell’utilizzare le strutture pubbliche o private”, commenta Holzmann in un comunicato.

Contrario anche il presidente dell’associazione degli artigiani delle piccole imprese, Claudio Corrarati, per il quale sembra un beffa che proprio nell’anno in cui il Governo, con la Legge di Stabilità, ha riconosciuto alle lavoratrici autonome e alle imprenditrici il diritto di accedere ai voucher per gli asili, arrivi dalla Provincia la proposta di alzare le tariffe delle strutture pubbliche che vanificherebbe il beneficio statale.

Anche Liliana Di Fede non è d’accordo e dichiara di aver chiesto un chiarimento con la SVP, sottolineando che per il PD le tematiche sociali sono una priorità e quindi non bisogna penalizzare le famiglie e trovare una soluzione che non smantelli un servizio di qualità, presente a Bolzano, oltre che a Merano, Bressanone e Laives, prezioso per molte madri e per molti padri.

One Comment
  1. Giuliana

    Le giustificazioni che le persone della citta sono piu penalizzate non e' proprio vero chi vive in provincia solitamente fa il pendolare e pertanto necessita di piu ore di assistenza con costi piu elevati inoltre in citta non ci sono solo le famiglie che usifruiscono dei nidi pubblici ci sono e nisognerebbe chiederlo ai servizi privati lo stesso jumero di famiglie che da sempre pagamo il servizio di ailo nido ad ore perche in citta ci sono mumerose strutture private che sopperiscono alla mancanza di strutture pubbliche pertanto o la battaglia si fa per tutto il servizio oppure come al solito ci troviamo a fare la guerra dei poveri.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *