Cultura & Società Ultime Notizie

Durnwalder: “Bolzano ha bisogno di questo progetto”

17 Marzo 2016

author:

Durnwalder: “Bolzano ha bisogno di questo progetto”

Durnwalder: “Bolzano ha bisogno di questo progetto”

Un gruppo di persone illustri si è riunito giovedì mattina a Palazzo Menz, per manifestare il suo sostegno al progetto Benko. Cittadini di tutti gli ambienti sociali, capitanati dall’ex Presidente della Provincia Luis Durnwalder, hanno costituito il comitato “Pro Benko” ed espresso il desiderio che l’esito della consultazione popolare sia un chiaro voto a favore del progetto: “Bolzano ha bisogno del rilancio e ha bisogno di questo progetto”, hanno affermato all’unanimità.

L’ex Presidente Luis Durnwalder ha parlato delle chances che questo progetto rappresenta per Bolzano: “Verrà realizzata una nuova porta d’ingresso al centro storico che renderà la città più ancora più bella.” A dire dell’ex presidente, un investimento al 100 % privato porterà molti soldi all’economica, ma anche nelle casse del comune. “È questo il rilancio di cui Bolzano a bisogno. La città ha bisogno di questo progetto”, ha concluso Durnwalder.

Concordano con lui i numerosi altri intervenuti che hanno aderito all’iniziativa. Tra cui anche il Presidente del Comitato per la riqualificazione di Bolzano, Piero Plebani: “La zona antistante la stazione ed altri luoghi nei quartieri stanno cadendo in rovina. Cittadini preoccupati continuano ad segnalarci luoghi in cui regnano l’insicurezza e il degrado. Questo progetto è un primo passo importante per rivalorizzare la città.”

L’ex sindaco di Bressanone ed ex leader dell’ala sociale della SVP Albert Pürgstaller ha evidenziato le ripercussioni positive per i consumatori: “Questo progetto comprende anche nuovi negozi. Più concorrenza a Bolzano significa prezzi più convenienti per i consumatori.” Martin Atzwanger, un imprenditore che vive a due passi dal parco della stazione, invece deplora lo stato di abbandono in cui versa il parco: “Ogni giorno sono testimone di quello che succede in questa zona. Criminalità, sporcizia ed escrementi è quello che è rimasto del parco. Va assolutamente ripulito! Inoltre questo progetto porterà nuovi appalti per il settore edile locale.” Elmar Pardeller, brattaro di via Museo, conferma: “Ve lo posso confermare: più persone vengono in città, meglio vanno gli affari.”

Alessandro Pezzi, presidente della Pallacanestro Bolzano, si è detto fiducioso che questo progetto sarà utile per lo sport giovanile e per tutti i giovani. “I giovani di Bolzano hanno bisogno di prospettive: nuovi spazi per le loro attività, ma anche nuovi posti di lavoro.” Maurizia Mazzotta di Italiapura ha elogiato l’elevata qualità del progetto che si sposa perfettamente con la filosofia di Italiapura.

Carlo Perseghin, il presidente della Federazione Italiana Agenti Immobiliari Professionali, si è rallegrato di questo investimento privato che darà una spinta all’economia. Alexander Wurzer, dei giovani della Cgil, ha fatto notare che durante la fase di costruzione il progetto garantirà centinaia di posti di lavoro e ne creerà centinaia di altri. “Soprattutto i giovani bolzanini ne hanno veramente bisogno”, ha dichiarato.

“Se io fossi sindaco di Bolzano stenderei il tappeto rosso a un imprenditore disposto ad investire somme così ingenti di tasca sua nella mia città. È un investimento che gioverà all’economia, che creerà posti di lavorò, che porterà vantaggi a tutta la provincia e che rilancerà Bolzano per i prossimi vent’anni”, ha affermato Giovanni Poloniolo.

Heinz Peter Hager, il presidente della KHB srl, ha ringraziato il comitato promotore per il suo impegno: “Tantissimi cittadini di tutti gli ambienti sociali si sono fatti avanti perché vogliono darci una mano. Confidiamo in un buon risultato per il fronte del sì.”

Accanto a coloro che sono intervenuti durante la presentazione, la lista comprende molti altri nomi, tra cui: Tania Cagnotto (tuffatrice), Klaus Eisendle (primario dell’ospedale di Bolzano), Ludwig Nössing (ex geologo provinciale), Robert Widmann (birrario e titolare Ca’ de Bezzi), Paul Bacher (ex comandante degli Schützen), Claudio Corrarati (presidente SHV/CNA, imprenditore), Karmen Dellavaja (dipendente), Walter Eschgfäller (titolare „Disco New“ e rappresentante del mondo della musica), Rudy Favretto (presidente Neruda Volley, imprenditore), Franz Gräber (titolare „Franzbar“), Peter Haller (titolare „Pierre“), Manuel Hofer (titolare „Julius Hampl“), Philipp Klammsteiner (titolare „Klammsteiner Frutta E Verdura“), Günther Longo (titolare „Longo Group“), Robert Oberrauch (ex sportivo, imprenditore), Nicola Piazza (amministratore delegato „Würth“), Franco Collesei (titolare „Walthers“), Robert Pichler (imprenditore), Franco Collesei (titolare „Walthers“), Evi Seebacher (presidente SSV Bozen), Franz Staffler (imprenditore), Alberto Stenico (Legacoop), Gregor Stimpfl (titolare „Assiconsult“), Hubert Burger (titolare „Bar Mozart“), Alberta Tamers (dipendente), Paolo Vanoni (manager „Alperia“), Robert Zampieri (direttore „Mila“), Prof. Oswald Zöggeler (architetto e prof. universitario), Monika Egger (imprenditrice „Naturallook- Amuvia“), Eusapia Sciascia (gioielleria „Filidei“), Kerim Gul („Pizza Pazza“), Carlo Melega („Querelle“), Marco D’Auria (informatico).

Persone interessate ad aderire al comitato possono iscriversi presso lo showroom di Palazzo Menz (via della Mostra 2, Bolzano).

Lo showroom in cui è esposto il progetto è aperto tutti i giorni dalle ore 11 alle ore 19, domenica dalle ore 11 alle ore 17.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *