Cultura & Società Ultime Notizie

8xmille alla Chiesa cattolica

29 Marzo 2016

author:

8xmille alla Chiesa cattolica

8xmille alla Chiesa cattolica

La Diocesi di Bolzano-Bressanone chiede di apporre la propria firma in favore dell’8xmille sulla dichiarazione dei redditi a favore della Chiesa cattolica.

In Italia non si pagano le tasse per la Chiesa. Dal 1989 la legge italiana prevede la possibilità che il contribuente possa dare alla Chiesa cattolica, ma anche ad altre comunità religiose oppure allo Stato, l’8xmille delle imposte da pagare, ponendo una firma sulla propria dichiarazione dei redditi. Per il contribuente la firma non significa costi aggiuntivi. Tuttavia è comunque difficile motivare le persone ad apporre la propria firma a questo scopo, soprattutto chi non ha la dichiarazione dei redditi ma soltanto il Modello CU 2016. Ma anche questi contribuenti possono dare l’8xmille e il 5xmille per un buono scopo. Basta prendere il foglio che si trova allegato al Modello CU. I pensionati che non hanno ricevuto il Modello CU dall’INPS, possono apporre la propria firma su un modulo vuoto che è disponibile presso tutte le parrocchie. Tale foglio può essere spedito per posta oppure consegnato direttamente al CAAF.

“Le firme sono sempre più importanti, visto il calo degli anni precedenti”, afferma l’incaricato diocesano Stefan Untersulzner. La Diocesi s’impegna quindi sempre più a promuovere l’8xmille, per finanziare con tale fondo i servizi pastorali e caritativi necessari. “Firmare l’8xmille nella dichiarazione dei redditi è una forma di partecipazione del cittadino”, sottolinea Untersulzner che aggiunge: “Il contribuente può decidere a chi destinare una parte delle tasse da pagare per un buono scopo.” In questo modo la Diocesi di Bolzano-Bressanone riceve all’anno in media quasi quattro milioni di Euro e in qualità di Chiesa locale può pagare i sacerdoti, cofinanziare i servizi della Caritas, sostenere i progetti architettonici nelle parrocchie, così come la ristrutturazione di chiese. Con questi soldi vengono sostenuti anche diversi servizi diocesani tra cui ad esempio i media diocesani, la missione, i corsi d’aggiornamento per i sacerdoti ecc. Quante più firme riceve la Chiesa cattolica, tanti più soldi entrano nelle singole Diocesi e per i servizi caritativi nazionali. Inoltre, da otto anni è possibile destinare un altro 5xmille a favore delle istituzioni sociali. La Diocesi chiede di apporre la propria firma per le organizzazioni cattoliche-sociali. Per ulteriori informazioni consultare il sito internet www.bz-bx.net/idsc.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *