Cultura & Società Ultime Notizie

Sicurezza, bando Inail con il click-day. Cna all’attacco2 min read

18 Febbraio 2016 2 min read

author:

Sicurezza, bando Inail con il click-day. Cna all’attacco2 min read

Reading Time: 2 minutes

Sicurezza, bando Inail con il click-day. Cna all’attacco

Corrarati: “Finanziamenti legali alla velocità di presentazione online, così non va”

 La sicurezza in azienda appesa a un click. “Così non va – afferma Claudio Corrarati, presidente della Cna del Trentino Alto Adige – è una procedura che presta il fianco a molte critiche”.

In ballo ci sono oltre 276 milioni di euro messi a disposizione dall’Inail per le imprese, anche individuali, con il bando Isi 2015: si tratta di finanziamenti a fondo perduto, assegnati fino a esaurimento secondo l’ordine cronologico delle domande, per sostenere progetti di miglioramento dei livelli di salute e di sicurezza nei luoghi di lavoro. Il contributo, pari al 65% dell’investimento fino a un massimo di 130.000 euro, viene erogato subito dopo il superamento della verifica tecnico-amministrativa e la realizzazione del progetto, cumulabile con interventi pubblici di garanzia sul credito. Dall’1 marzo al 5 maggio 2016, le imprese registrate potranno compilare la domanda online, usando appositi tool che consentono di simulare il progetto e verificare la soglia di ammissibilità. Dal 12 maggio, le imprese registrate potranno effettuare il download del codice identificativo, con il quale, in data e orario che verranno comunicati sul sito Inail dal 19 maggio, si terrà il click-day, durante il quale si potrà inviare definitivamente la domanda.

“In teoria è una buona chance di finanziamento a sostegno di progetti sulla sicurezza – prosegue Corrarati – ma in pratica rischia di diventare una beffa, come già accaduto nel 2015. Lo scorso anno il plafond disponibile si è esaurito in una ventina di secondo dall’avvio del click-day. In pratica, hanno ottenuto il finanziamento le aziende più veloci e non quelle con i progetti migliori. Anche quest’anno il criterio unico di selezione è la velocità: sono nate aziende specializzate che si offrono come consulenti ad altre imprese per garantire un click nel tempo massimo di 10 secondi dall’avvio della procedura online. Anziché semplificare le procedure o ridurre il costo dei premi Inail per tutte le aziende, che è ciò che auspichiamo, l’Inail ha stimolato la nascita di una nuova tipologia di azienda di servizi: quella con il dito più veloce su tastiera e mouse. Sembra un paradosso: per ottenere il finanziamento, devi essere più veloce di Usain Bolt nei 100 metri”.

In foto: Claudio Corrarati