Cultura & Società Ultime Notizie

Parchi naturali: rafforzare lo spazio alpino nella rete ALPARC

5 Febbraio 2016

author:

Parchi naturali: rafforzare lo spazio alpino nella rete ALPARC

Mettersi in rete con le aree protette delle Alpi per rafforzare lo spazio alpino con svariati progetti: all’alleanza partecipa anche l’Ufficio provinciale parchi naturali, che ha rappresentato l’Alto Adige all’Assemblea generale di ALPARC.

Dal 1995 la Rete ALPARC, di cui fanno parte anche i sette parchi naturali altoatesini, si dedica allo scambio e all’implementazione di attività nelle aree alpine protette, dalla Francia alla Slovenia. L’obiettivo dell’ associazione ALPARC è promuovere lo scambio e la condivisione del knowhow e delle metodologie tra i gestori delle aree protette alpine e di avviare assieme progetti – in tema tra l’altro di biodiversità, sviluppo regionale, qualità della vita, educazione alla montagna – che un parco da solo non riuscirebbe a mettere in atto. “Da anni l’Alto Adige partecipa a diversi progetti di ALPARC e di questa rete possiamo solo beneficiare”, sottolinea il direttore reggente dell’Ufficio provinciale parchi naturali Entico Brutti. Si segnalano il progetto UE “Econnect” che mira ad incrementare la connettività ecologica nelle Alpi promuovendo un network per collegare le aree protette, o l’azione dedicata ai giovani sulle vette, una serie di eventi per trasmettere loro il significato dell’appartenenza alle regioni alpine. Nell’estate scorso un gruppo di ragazzi è stato ospite del parco naturale Vedrette di Ries-Aurino.

La recente occasione di scambio tra i rappresentanti delle aree alpin protette è stata a fine gennaio la ventunesima edizione del Memorial Danilo Re a Chiusa di Pesio (Cuneo), nel Parco naturale del Marguareis/Parco Naturale Alpi Marittime. Il Memorial è dedicato a un guradiaparco della provincia di Cuneo scomparso nell’esercizio delle sue funzioni nel 1995. Oltre agli incontri informali e al seminario tematico sul ritorno del lupo nelle Alpi si è svolta anche una gara sportiva in quattro discipline con la partecipazione di circa 200 addetti ai parchi naturali. Fra le 35 squadre partecipanti l’Alto Adige si è piazzato al 14mo posto con gli operatori dell’Ufficio parchi naturali Peter Rainer, Astrid Wiedenhofer, Ruth Mutschlechner e Margareth Pallhuber. La prossima assemblea generale di ALPARC è prevista nel gennaio 2017 in Austria nel parco nazionale Gesäuse (Stiria).

In foto: Le Tre Cime, che fanno parte della rete delle aree aplpine protette (Foto Ufficio parchi naturali)

 

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *