Politica Ultime Notizie

I Giovani di Forza Italia sostengono il progetto Benko

9 Febbraio 2016

author:

I Giovani di Forza Italia sostengono il progetto Benko

Siamo un gruppo di giovani che spontaneamente si stanno impegnando per il rilancio di Forza Italia sul territorio provinciale, anche a Bolzano il partito si rinnova secondo le indicazioni nazionali del presidente Silvio Berlusconi, che chiede un ricambio generazionale e un passo indietro al partito dei “nominati” che hanno dilapidato un patrimonio di valori, idee e consensi, comunicano i Giovani del nuovo gruppo bolzanino di Forza Italia.

Abbiamo apprezzato l’iniziativa del Prefetto, Dottor Michele Penta, che da fine amministrativista ha demandato al popolo sovrano di Bolzano la decisione finale sul progetto “Benko” relativo alla riqualificazione di via Alto Adige, una consultazione democratica, aperta anche ai sedicenni e addirittura ai pendolari. In occasione per avvicinare anche i giovani alla cosa pubblica.
Normalmente, le consultazioni popolari, sono la vocazione della sinistra italiana, ma questa volta la sinistra e company ostacolano tale consultazione perché temono che i cittadini di Bolzano abbiano idee molto più chiare delle loro. La sinistra comunale troppo spesso impegnata in dibattiti consigliari fumosi non si è resa conto dello stato di degrado di quella zona e ancora meno della stagnazione economica che caraterizza una città in preda alle lobbies che da tempo dettano le regole economiche di questa città portando ad una rendita fuori mercato, scoraggiando investimenti e occupazione,
dichiarano ancora i Giovani, secondo cui
tale progetto oltre a riqualificare un area abbandonata alla criminalità e al mal costume, rappresenta la rottura di un oligopolio concentrato che potrà attrarre nuovi insediamenti commerciali con l’incremento dell’occupazione e l’abbassamento dei prezzi.

Sosteniamo il libero mercato e pertanto in questo progetto vediamo per la città nuove possibilità di crescita, lo sosterremo con l’impegno politico, personale e nelle sedi consultive. Chiederemo al commissario Penta un incontro per far conoscere le nostre posizioni e quelle della nostra gente. Ci impegnamo quotidianamente sulle cose da fare, vogliamo il cambiamento e apprezziamo questa consultazione, che per la prima volta chiama la città ad esprimersi senza alcuna forma di mediazione, dichiarano in fine i Giovani.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *