Editoriali Ultime Notizie

Il lettone Mariss Jansons dirige il tradizionale concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna

2 Gennaio 2016

Il lettone Mariss Jansons dirige il tradizionale concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna

Il lettone Mariss Jansons dirige il tradizionale concerto di Capodanno della Filarmonica di Vienna

Di Claudio Calabrese

Anche quest’anno abbiamo avuto il piacere di ascoltare il tradizionale concerto di capodanno della Filarmonica di Vienna che dal 1939 si tiene nella sala dorata del Musikverein della capitale austriaca. Il programma si basa prevalentemente su musiche della famiglia Strauss, Johann Strauss padre, Johann Strauss figlio, Josef Strauss ed Eduard Strauss e tradizionalmente viene concluso con il valzer Sul bel Danubio blu di Johann Strauss figlio e la Marcia di Radetzky di Johann Strauss padre. Il concerto di quest’anno è stato diretto dal lettone Mariss Jansons. Quest’anno oltre a brani della famiglia Strauss abbiamo sentito: La Marcia dell’Onu di Robert Stolz, il valzer op. 388 Weaner Madl’n di Carl Michael Zierer, il valzer op. 236 Espana di Èmile Waldteufel e la Ball-Szene di Josef Hellmesberger sen.

Mariss Jansons è figlio d’arte. Suo padre, Arvīds Jansons era direttore d’orchestra e sua madre Iraida Jansons, di origine ebriaca, cantante. La madre di Marriss fu costretta a partorire il figlio in un nascondiglio a Riga per via dell’uccisione del nonno e lo zio materni nel ghetto della città. Già da bambino inizia a studiare il violino con il padre, grande direttore d’orchestra e assistente di Yevgeny Mravinsky all’Orchestra Filarmonica di Leningrado. Nel 1956 Mariss inizia a studiare pianoforte e direzione d’orchestra al Conservatorio di Leningrado, benché il padre insistesse perché portasse avanti lo studio del violino. Nel 1969 prosegue gli studi a Vienna con il grande maestro Hans Swarowsky e a Salisburgo con Herbert von Karajan, per il quale avrebbe potuto diventare assistente alla Berlin Philharmonic Orchestra. Purtroppo le autorità sovietiche non acconsentirono al suo espatrio e così nel 1973 accetta la nomina di direttore associato della Filarmonica di Leningrado, oggi San Pietroburgo. Nel 1979 assume la direzione musicale dell’Orchestra Filarmonica di Oslo. Questo grande direttore d’Orchestra ha lavorato con le più prestigiose orchestre: la Oslo Philharmonic, la Saint Petersburg Philharmonic Orchestra, la Pittsburgh Symphony, la Royal Concertgebouw Orchestra, la Symphonieorchester ed il Coro della Bayerischer Rundfunk, tanto che nel 1992 venne nominato direttore ospite principale della London Philharmonic Orchestra.

Anche al Teatro alla Scala di Milano ha diretto tre concerti nel 1992. Nel 1997 è stato direttore musicale della Pittsburgh Symphony Orchestra e all’inizio della stagione musicale 2003-2004 ha ottenuto la direzione della Bavarian Radio Symphony Orchestra. Fino al 2015 resta direttore d’orchestra della Royal Concertgebouw Orchestra (KCO) di Amsterdam. Non è la prima volta che dirige i Wiener Philharmoniker.  Ha lavorato con l’illustre orchestra al Teatro La Fenice di Venezia nel 2003, nonché a Vienna per dirigere il concerto di Capodanno del 2012 e per inaugurare il 2016. Jansons, sposato due volte e padre di una figlia ha avuto numerosi riconoscimenti internazionali ed è considerato uno dei più grandi direttori d’orchestra viventi. È Grand’Ufficiale dell’Ordine delle Tre Stelle e Cavaliere dell’Ordine al merito bavarese, nonché Commentatore dell’Ordine Reale Norvegese al Merito. Nel 2009 gli è stata conferita la Croce d’onore per le scienze e per le arti dalla Repubblica d’Austria, nonché la Medaglia dell’Ordine di Massimiliano per le scienze e le arti della Baviera.

Giornalista pubblicista, scrittore.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *