Cultura e società Ultime Notizie

BOLZANO. In partenza per “PROMEMORIA AUSCHWITZ”

28 Gennaio 2016

author:

BOLZANO. In partenza per “PROMEMORIA AUSCHWITZ”

Il 4 febbraio partiranno da Bolzano alla volta di Cracovia 150 ragazzi e ragazze dei tre gruppi linguistici tra i 17 e i 25 anni dalla provincia di Bolzano che, insieme a 150 trentini e per la prima volta anche a 18 tirolesi affronteranno unviaggio della memoria su un treno con altri 350 coetanei provenienti da diverse regioni italiane, Sardegna, Toscana, Piemonte, Friuli Venezia Giulia, Emilia Romagna e Abruzzo.
Insieme ad Arbeitsgemeinschaft der Jugenddienste AGJD e Arci Ragazzi partecipa all’iniziativa la Comunità Ebraica di Merano che sarà presente con la presidente Elisabetta Rossi e altri tre componenti la comunità altoatesina.
Ma la novità sostanziale è la partecipazione di Arci a livello nazionale, partner di Deina, l’associazione di promozione sociale il cui programma istituzionale è quello di costruire percorsi e viaggi nella memoria considerati come straordinarie opportunità di crescita dei cittadini, in grado di costruire un vero e proprio spazio pubblico dove il passato diventa strumento per interpretare il presente con spirito critico e immaginare il futuro con creatività.
L’associazione Deina ha sedi a Bologna, Torino, Trieste, Cesena e in Trentino Alto Adige già da due anni. Nella  edizione di quest’anno partecipa al viaggio la presidente nazionale Francesca Chiavacci e il responsabile nazionale “memoria” Andrea La Malfa.
“Promemoria_Auschwitz” comprende quest’anno due viaggi, il primo dal 4 al 10 febbraio e il secondo dal 12 al 18 febbraio. A questi prenderanno parte oltre 1300 partecipanti che – secondo gli organizzatori – “avranno la possibilità di vivere una esperienza che cambierà la loro vita“.
I giovani della provincia di Bolzano saranno in viaggio con il primo treno e visiteranno i campi di concentramento e di sterminio di Auschwitz e Birkenau, il Ghetto di Cracovia e la fabbrica di Oskar Schindler. Ma soprattutto avranno modo di essere parte di una comunità viaggiante che ripeterà la drammatica esperienza del viaggio in treno sulle orme delle rotaie della deportazione che tradussero convogli di morte anche da Bolzano e dal Lager di Via Resia.
I ragazzi e le ragazze di “Promemoria” saranno accompagnati da 3 reporter e 16 tutor – educatori professionisti ed ex partecipanti al viaggio della memoria, formati da Deina già dallo scorso autunno con un meeting nazionale svoltosi a Trento. Le metodologie formative constavano di 5 incontri preparatori svolti in collaborazione con la Comunità Ebraica di Merano – incontri di cultura ebraica nella Sinagoga meranese – la visita al centro di documentazione del Monumento alla Vittoria di Bolzano e la partecipazione all’allestimento dello spettacolo di storytelling “History Line”, che vede rinnovata la collaborazione con Sagapò teatro.
Sabato 30 e domenica 31 gennaio due repliche dello spettacolo saranno offerte ai giovani viaggiatori del fortunato racconto bilingue itinerante sugli autobus della Sasa attraverso i luoghi della storia e della memoria di Bolzano, da Piazzetta Franz Innerhofer, a Piazza IV novembre, al Parco delle semirurali fino al Lager di Via Resia.
Un programma ricco, denso e coinvolgente che porterà i ragazzi e le ragazze alla partenza dal Brennero del 4 febbraio per un viaggio nella storia e nella memoria, che possa attivare in loro la voglia di partecipazione, di attivazione alla cittadinanza e la consapevolezza di essere protagonisti delle proprie vite.
Così ci racconta Carlo Greppi, storico e socio fondatore della Associazione Deina  (conduttore e volto giovane di Rai Storia) nel libro edito da Feltrinelli “Non restare indietro“, romanzo per giovani lettori ispirato ai viaggi della memoria della Associazione Deina.
Foto di Riccardo Di Curti
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *