Sport Ultime Notizie

Un Bolzano da applausi investe il Fehervar – 5 a 3 al Palaonda

5 Dicembre 2015

author:

Un Bolzano da applausi investe il Fehervar – 5 a 3 al Palaonda

Era una di quelle che partite che rappresentano uno dei crocevia più importanti della stagione. E il Bolzano non ha sbagliato nulla. Anzi, i biancorossi visti stasera contro il Fehervar hanno fatto sognare il Palaonda, con un netto 5 a 3. Gli ungheresi restano ancora i diretti avversari per il sesto posto, al momento appannaggio dei Foxes che si prende due punti di vantaggio proprio sul Fehervar. Match che si decide di fatto nel corso di un primo tempo incredibile, che i padroni di casa chiudono sul 4 a 1 dopo essere andati sotto di un goal. Primo e meritatissimo goal stagionale anche per Daniel Frank.
Coach Pokel presenta un Bolzano totalmente rivoluzionato a livello di linee offensive. In prima con Broda e Vause trova spazio DiCasmirro, nel secondo blocco Pope e Saviano trovano Insam come nuovo compagno, nel terzo Palmieri e Foster viaggiano alla grande con Pollastrone, la quarta linea è ancora altoatesina con Bernard, Frank e Gander.
Quello del primo tempo è probabilmente uno dei migliori Bolzano della stagione. E pensare che i biancorossi, dopo essere andati vicino al goal con Palmieri, avevano subito in contropiede il goal di Brocklehurst dopo nemmeno tre minuti. Ma la reazione di Egger e compagni è furiosa. Nel giro di un minuti e 21 secondi il punteggio è completamente ribaltato: al 04:55 Pollastrone pareggia i conti con un gran goal dopo uno slalom tra i difensori, 23 secondi più tardi Daniel Frank trova il suo primo, meritatissimo goal stagione con un letale polsino a battere Hetenyi, al 06:16 infine Pope, dopo una spettacolare azione di Saviano, centra un’altra perla riuscendo a battere il goalie ungherese dalla media distanza. 3 a 1, Palaonda in delirio. Nel frattempo, tra la rete di Frank e quella di Pope, il Fehervar aveva provato a rialzare la testa con una bomba di Connolly, stampatasi sulla traversa. I Foxes, sull’onda dell’entusiasmo, non abbassano minimamente il ritmo e continuano a creare occasioni su occasioni: al minuto 11:41, quindi, è già ora di calare il poker, grazie a DiCasmirro che da due passi infila il rebound concesso da Rajna, nel frattempo subentrato a Hetenyi, sul tiro di Vause. 4 a 1 dopo 20 minuti, applausi a scena aperta del pubblico del Palaonda.
Il periodo centrale al via a ritmi decisamente più bassi e i Foxes, d’altronde, non hanno alcun interesse a premere come nel primo drittel. Il Fehervar non riesce però a creare grossi pericoli dalle parti di Hübl, eccezion fatta per un palo colpito da Sziranyi, così i padroni di casa iniziano a spingere dopo il giro di boa del match e, al secondo powerplay a favore, vanno a segno per la quinta volta: Vause serve Broda, che tutto solo nello slot prende la mira e fulmina Rajna. Bolzano al secondo riposo con un punteggio ancora più rassicurante, 5 a 1.
Il terzo drittel è normale amministrazione per i biancorossi, che gestiscono il risultato e possono contare su due superiorità numeriche: nel corso della seconda, però, al 48:09 Nagy se ne va in contropiede infilando il 5 a 2. Dall’altra i Foxes cercano ancora con insistenza la sesta rete, soprattutto con Palmieri che non riesce però a capitalizzare. Nel finale, con l’uomo in più, gli ungheresi accorciano ancora con il tocco sotto misura di Francis. Alla sirena finale il Bolzano può festeggiare un 5 a 3 importantissimo.
I biancorossi saranno impegnati domenica in casa della prima della classe, il Linz. Ritorno al Palaonda venerdì prossimo, contro il Graz.

Foto: Simone Femia

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *