Cultura & Società Ultime Notizie

Il vescovo Muser apre la „Porta della misericordia“

13 Dicembre 2015

author:

Il vescovo Muser apre la „Porta della misericordia“

In occasione dell’”Anno santo straordinario della misericordia” nella giornata odierna il vescovo Ivo Muser ha aperto la prima “Porta della misericordia” nel Duomo di Bressanone, invitando ad aprire “la porta del proprio cuore, perché Dio possa entrare con la sua misericordia e perché questa misericordia prenda forma in noi e tra di noi.”

La celebrazione nella Cattedrale di Bressanone è iniziata con una processione che è partita dall’altare sacramentale, passando per la navata centrale della Cattedrale, attraverso l’ingresso principale fino al vecchio cimitero per arrivare davanti alla Porta santa della misericordia (portale settentrionale della Cattedrale). Il vescovo Ivo Muser ha bussato con il suo pastorale alla Porta e, menzionando il Salmo 118, ha affermato “apritemi le porte della giustizia: vi entrerò per ringraziare il Signore”. Poi ha aperto la porta. “L’Anno santo della misericordia indetto dal Santo Padre invita ognuno di noi a vivere l’esperienza intensa di grazia e riconciliazione”, ha detto il vescovo. Infatti, l’Anno santo dovrebbe condurre a un’esperienza particolare di grazia e riconciliazione.

“Si tratta di un percorso personale ma anche comunitario: dalla colpa al perdono, dalla distanza alla vicinanza, dalla durezza di cuore alla misericordia”, si è soffermato mons. Muser nel corso dell’omelia. Allo stesso tempo ha esortato a non pensare soltanto al significato delle opere di misericordia corporale e spirituale ma ad attuarle concretamente. “Incominciamo da oggi!” ha concluso mons. Muser rivolgendosi ai fedeli. Il vescovo Muser aprirà le “Porte della misericordia” anche il 25 dicembre alle ore 10 nel Duomo di Bolzano e il 1° gennaio 2016 alle ore 16 nella Basilica di Pietralba.

One Comment
  1. daniela mautone

    Si ci vuole misericordia nella vita ma non è facile in un mondo dove tutti sono homo homini lupus..

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *