Cultura & Società Ultime Notizie

Il jazz svizzero all’esame dell’Alto Adige

14 Dicembre 2015

author:

Il jazz svizzero all’esame dell’Alto Adige

“Jazzahead!” è la più grande e importante fiera specializzata dedicata al jazz, che ogni anno attira a Brema centinaia di espositori e migliaia di addetti ai lavori da tutto il mondo. Da parecchi anni ormai l’Alto Adige risponde presente con il presidente del Südtirol Jazzfestival Alto Adige, Klaus Widmann, che coglie l’occasione per allacciare rapporti con artisti e case discografiche. Questa sua competenza maturata nel tempo ha convinto gli organizzatori di “Jazzahead!” a inserirlo nella giuria incaricata di selezionare i gruppi musicali che parteciperanno allo showcase “Swiss Night”.

Ma andiamo con ordine: l’evento di Brema è nato nel 2006 come fiera specializzata dedicata al jazz ma non solo, in quanto propone anche festival di musica e cultura contemporanea. Nel giro di pochi anni “Jazzahead!” ha saputo ritagliarsi un ruolo di primissimo piano nel panorama jazzistico mondiale.

Klaus Widmann, presidente del Südtirol Jazzfestival Alto Adige, ha intuito subito il potenziale di questa fiera e dal 2008 ogni anno ad aprile è salito nella Germania settentrionale con uno stand della rassegna jazzistica altoatesina. “Questo evento è una straordinaria opportunità per conoscere le ultime novità del jazz mondiale e scoprire tanti giovani talenti”, dice Widmann. E poiché negli anni il Südtirol Jazzfestival Alto Adige ha saputo guadagnarsi la fama di evento aperto a giovani musicisti e artisti che amano sperimentare, ecco che lo stand altoatesino è uno dei più frequentati di Brema: “La gente viene qui per chiacchierare, fare conoscenze e capita spesso che i musicisti si mettano a suonare in maniera spontanea”, racconta Widmann.

Klaus Widmann nella giuria della “Swiss Night”: un riconoscimento per l’Alto Adige

Il fitto programma di “jazzahead!” prevede anche un cosiddetto showcase festival, che permette a tantissimi artisti di esibirsi in concerti e live act. Ogni anno una delle serate del festival è dedicata ad una nazione partner, rappresentata per l’occasione da 8 gruppi musicali. La “Swiss Night” del 2016 avrà un significato particolare perché il prossimo anno la Svizzera sarà partner ufficiale di “jazzahead!”, e come tale resterà a Brema per diverse settimane per presentare il proprio patrimonio culturale.

L’importanza della “notte svizzera” si capisce anche dal numero delle candidature: gli organizzatori parlano di un’ottantina di formazioni, tra le quali la giuria – composta da sette esperti del settore – dovrà scegliere gli otto gruppi che rappresenteranno la Svizzera nella città anseatica. E della giuria, come detto, farà parte Klaus Widmann: “Sono molto contento di essere stato invitato da jazzahead! a fare parte della giuria di Swiss Night. Mi piace il compito che mi attende ma soprattutto mi rallegra il fatto che il Südtirol Jazzfestival Alto Adige sia visto a livello internazionale come una rassegna di qualità”. La continua ricerca delle novità, la voglia di sperimentare, il coraggio di rischiare… “Per farsi notare nel panorama jazzistico internazionale bisogna sperimentare, cimentarsi su terreni sempre nuovi. Ed essere stato chiamato in questa giuria è un bel riconoscimento dei nostri sforzi”, conclude Widmann.

La giuria di cui fa parte Widmann è stata incaricata di esaminare i provini dei candidati e assegnare un voto secondo diversi criteri.

Foto: Messe-Bremen-c-SJF-M-Pretz

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *