Cultura & Società Ultime Notizie

Ordinazione diaconale a Bressanone

4 Ottobre 2015

author:

Ordinazione diaconale a Bressanone

“L’amore per il Signore deve essere la forza che caratterizza la vostra vita“, ha affermato il vescovo Ivo Muser nel Duomo di Bressanone durante l’odierna celebrazione eucaristica in cui ha ordinato diaconi Paolo Zambaldi e il frate Ulrich Kössler del Convento dei Benedettini Muri-Gries.
Partendo dalle Letture del giorno il vescovo Ivo Muser, nel corso dell’omelia, ha indicato in primo luogo quanto i rapporti umani siano diventati fragili e come la società moderna si sta abituando a ciò. “Noi tutti siamo immersi nei rapporti”, ha affermato il presule, esortando ad essere costanti e fedeli. Allo stesso tempo mons. Muser ha ricordato che il rispetto per il matrimonio e il rispetto per il celibato per volontà del Regno dei Cieli vanno di pari passo. “L’incertezza di una ha come conseguenza l’incertezza dell’altro; e la grande stima per uno è legata alla grande stima per l’altro”, ha detto il vescovo.
Prima di ordinare diaconi Paolo Zambaldi e frate Ulrich Kössler, il vescovo Muser ha chiesto loro se sono disposti a diventare diaconi, con tutto quello che comporta: la fedeltà alla fede della Chiesa, la preghiera, l’annuncio della Parola, la cura dei poveri e l’ubbidienza alla Chiesa. Inoltre ha chiesto loro se sono decisi a condurre una vita celibe per volontà del Regno dei Cieli. Nel corso dell’omelia il presule si è soffermato in particolar modo sul celibato, in quanto spesso gli viene fatta la domanda se si possa pretendere da un giovane di oggi una vita celibe, se nelle circostanze attuali sia ancora possibile vivere in questo modo. Il vescovo risponde così alla questione: “È possibile per Lui, per Gesù!”
“Con la vostra decisione rinunciate a qualcosa di grande per dedicarvi pienamente a una missione grande: al servizio della famiglia di Dio”, ha affermato il vescovo Muser che ha proseguito, dicendo: “Dovete avere occhi, orecchie e cuore rivolti al Signore e allo stesso tempo anche essere totalmente tra gli uomini. Siate assidui e fedeli nel compiere il vostro lavoro: nella preghiera, nell’ascolto personale della Parola di Dio, nell’incontro con il Signore nei sacramenti, non per ultimo anche nel sacramento della confessione. L’amore per il Signore deve essere la forza che caratterizza e continuerà a caratterizzare la vostra vita.”
Al termine della celebrazione odierna Markus Moling è stato accolto come canonico del Duomo nel capitolo della Cattedrale. Al capitolo del Duomo spetta come compito tutto ciò che riguarda gli interessi del Duomo. Il capitolo del Duomo forma, insieme al vescovo, una comunità di preghiera per le aspettative della Diocesi.
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *