Politica Ultime Notizie

Autonomie speciali. Confermate e rafforzate le Autonomi di Bolzano e Trento

10 Ottobre 2015

author:

Autonomie speciali. Confermate e rafforzate le Autonomi di Bolzano e Trento

Con il voto del Senato sulla riforma costituzionale di venerdì pomeriggio, le autonomie di Bolzano e Trento vengono non solo confermate ma addirittura rafforzate. Ciò avviene in contrasto con l’orientamento più accentuatamente centralista nei confronti delle Regioni italiane a Statuto ordinario.

Questo è il risultato delle difficili, e in alcuni momenti anche concitate trattative, tra i senatori Palermo e Zeller, i sottosegretari Bressa e Lotti e il ministro Maria Elena Boschi che hanno consentito l’approvazione di un emendamento “capolavoro” che di fatto ha aggirato tutti i tentativi di stroncarlo.

Sostanzialmente due gli aspetti migliorativi rispetto alla situazione finora in vigore. Sarà possibile d’ora in poi apportare modifiche allo Statuto con legge ordinaria, quindi senza la complessa procedura costituzionale prevista fino ad oggi. Il secondo punto riguarda la possibilità di nuove norme d’attuazione, cioè non previste dello Statuto del 1972, aprendo così la possibilità di varare la norma di  su ambiente e territorio.
Da registrare in margine alla difficilissima trattativa l’intervento favorevole all’accordo  del presidente emerito della Repubblica, senatore a vita  e  membro del Gruppo delle autonomie Giorgio Napolitano, da sempre amico dichiarato dell’Alto Adige Südtirol.
2 Comments
  1. pinuccia di gesaro

    Si conferma pertanto la natura cosiddetta "dinamica" della autonomia della provincia autonoma di Bolzano, provincia di fatto equiparata al rango di Regione, esattamente come Trento. Dinamica vuol dire suscettibile di modifiche sulla base di condizioni che nascono e si giustificano con l'evolvere della politica.

  2. Rudi Rieder

    Chi ha partecipato alla festa dell'iniziativa per piú democrazia di sabato pomeriggio in piazza Municipio, ha sentito parole completamente contrarie a quelle dei rappresentanti di SVPD. Un campanello d'allarme: la riforma costituzionale voluta dal governo Renzi é la fine dell'Autonomia piú bella del mondo (come viene spesso e volentieri descritta). Peccato che i nostri partiti di governo siano disposti a venderla per cosi poco. La concessione per l'A22? Con la quale intendono portare avanti i lavori del BBT? Qualunque sia la ragione, a guadagnarci saranno i soliti pochi eccelsi, certamente non i normali cittadini!

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *