Cultura & Società Ultime Notizie

MART PERFORMANCE, MENÙ IMMAGINATO DI LEONE CONTINI

22 Luglio 2015

author:

MART PERFORMANCE, MENÙ IMMAGINATO DI LEONE CONTINI

Cena e performance

A cura di Denis Isaia

Mart, Giardino delle Sculture

Venerdì 31 luglio 2015, ore 19.00

L’artista Leone Contini porta al Mart una performance collettiva che amplia la riflessione sui due grandi temi esplorati nel 2015: la guerra e il gusto.

La performance “Menù immaginato”, già realizzata presso il Kunstverein di Amsterdam, si collega infatti alla grande mostra in corso “La guerra che verrà non è la prima” (fino al 20 settembre) e si inserisce del calendario di eventi “Nutrire la Mente. Expo al Mart”.

Nel Giardino delle Sculture, uno storytelling culinario condurrà i visitatori alla scoperta delle cucine e delle ricette regionali del secolo scorso, così come furono ricordate dai prigionieri del Lager di Celle in Germania.

“Giosué Fiorentino, un mio prozio siciliano, fu fatto prigioniero durante la disfatta di Caporetto e attese la fine della guerra nel Lager di Celle, in Germania, assieme ad altri 3000 internati. Questa piccola comunità, sconfitta e spaesata, sperimentò freddo, fame e disperazione ma, allo stesso tempo, mise in atto strategie collettive di resistenza. Alla ‘sbobba’ del campo, che a stento manteneva in vita i prigionieri, si contrapponeva il cibo dei ricordi, intensamente desiderato e oggetto di interminabili discussioni tra i prigionieri. La condivisione del ‘cibo immaginato’ era forse un tentativo di elaborare la fame, riformulare questo istinto primario e ricondurre una folla di corpi affamati – e in feroce competizione tra loro per la sopravvivenza biologica – a qualcosa di simile a una comunità”.

Lo zio dell’artista trascrisse le ricette dei suoi compagni di prigionia. Il risultato è un vasto mosaico di cucine regionali dell’inizio del ’900: circa 250 ricette dal Friuli alla Sicilia, come furono tramandate dai 60 compagni di baracca di Giosuè.

Questa convivialità virtuale, concepita come resistenza comunitaria nell’oscurità del primo conflitto mondiale, diventa un’azione collettiva reale che mescola il racconto e la performance in una vera e propria cena.

I partecipanti alla performance assaggeranno: Sandwich di polenta, Patate in purgatorio, Maccheroni al gratin, Maneghi de trivelin, Omelet al Rhum, realizzati secondo le indicazioni trascritte nei ricettari ereditati da Leone Contini.

Costo: 10 € (max 30 persone)

Prenotazione obbligatoria a eventi@mart.tn.it 0464.454105

In foto: menu immaginato sfondo bianco petit

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *