Cultura & Società Ultime Notizie

Reinhard Auer torna dalla Georgia trionfante

7 Aprile 2015

Reinhard Auer torna dalla Georgia trionfante

Il noto regista e drammaturgo presso il Libero Teatro di Bolzano, Reinhard Auer, è tornato da poco in Alto Adige dopo un soggiorno di due mesi in Georgia, uno Stato transcaucasico ad est del Mar Nero. Presso il Teatro di Stato della città portuale di Poti, Auer è riuscito a inscenare una nuova versione in lingua georgiana della nota opera teatrale “Madre Coraggio e i suoi figli” di Bertold Brecht con una squadra di 15 attori, riscuotendo un notevole successo di pubblico. In occasione della giornata mondiale del teatro, il 27 marzo, il teatro di Poti, era gremito, con i suoi 670 posti, e la prima è stata un grande successo. Il pubblico ha accolto gli attori, in particolare la protagonista Niara Chichinadze con entusiasmo e una mega standing ovation. Secondo l’intendente teatrale Tengiz Khukhia sarebbe stato il miglior spettacolo teatrale mai visto a Poti e nonostante le incredibili difficoltà, nonché le barriere linguistiche e differenze culturali anche in termini di elaborazione teatrale, Auer sarebbe riuscito a creare un sorprendente spettacolo. Reinhard Auer – così Khukhia – sarebbe riuscito inoltre in sede di diverse discussioni aperte, colloqui e interventi in tv a trasmettere alla popolazione, in particolare ai giovani, il valore educativo e formativo del teatro. Gli abitanti di Poti sono fieri del loro nuovo teatro e lo considerano come un’importante istituzione cittadina. Ora, dopo una breve sosta a Tbilisi, Istanbul e Vienna, Auer da Pasqua è nuovamente a Bolzano per preparare la performance del suo Libero Teatro in occasione dell’ottavo Festival del Teatro Internazionale di Sciangai in Cina, dal 19 al 26 aprile di quest’anno.

Foto di Nana Schamugia

11045441_894661820590185_5437546125554521575_o 11149781_894661627256871_365701687767466319_o 11150329_894661433923557_7301223787671606340_n 11136256_894661217256912_3138525040172589351_o

Giornalista pubblicista, scrittore.
One Comment
  1. benno simma

    bravi, e complimenti per aver scritto di questo strepitoso successo. secondo me reinhard auer è poco valorizzato a casa nostra, soprattutto nel sudtirolo di lingua tedesca. peccato.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *