Politica Ultime Notizie

“I cittadini vogliono riappropriarsi del Virgolo”

23 Aprile 2015

author:

“I cittadini vogliono riappropriarsi del Virgolo”

A Bolzano lo stallo ha un nome e si chiamo Virgolo. La balza del Virgolo, considerata la “montagna” dei bolzanini, da anni è preda del degrado. “È un luogo simbolo, in cui già l’anno scorso abbiamo puntato il dito sulla mala gestione a Bolzano”, osserva Anna Pitarelli, la presidente dell’associazione “Bolzano domani – Zukunft Bozen”. Per domenica l’associazione ha organizzato una prima gita cittadina. 

L’appuntamento per la gita che si terrà domenica 26 aprile è alle ore 11 ad Aslago. Il punto di ritrovo è presso la rotonda all’incrocio tra via Santa Gertrude e via Castel Flavon. Da lì partirà una gita all’insegna dello stupore, del piacere, ma anche della riflessione. Ci sarà molto da vedere: strutture solitamente chiuse al pubblico come la chiesa del Santo Sepolcro, la chiesa medievale di San Vigilio, ma anche gli edifici caduti in rovina che circondano l’ex stazione a monte della funicolare del Virgolo. Alle ore 14 gli interessati si ritroveranno presso l’agriturismo Kohlerhof per un rinfresco.

“Da più di 40 anni non è stato più fatto niente per il Virgolo”, critica la presidente dell’associazione nonché candidata di punta del gruppo “Bolzano domani – Zukunft Bozen” sulla lista SVP, Anna Pitarelli. Fanno parte di questo gruppo anche la giovane contadina del Kohlerhof, Silvia Tauferer, Petra Eisenstecken di Aslago, Otto Mahlknecht, Hannes Mussak, Thomas Oberrauch e Elmar Pardeller.

Per via della sua provenienza il Virgolo è uno dei temi importanti ai quali Silvia Tauferer vorrebbe dedicarsi se fosse eletta. “Per la prima volta noi confinanti abbiamo la possibilità di plasmare il futuro del Virgolo. Per anni c’è chi si è limitato a parlare, senza che succedesse nulla”, ha dichiarato Tauferer. In qualità di agricoltrice conosce le esigenze degli coltivatori diretti, specie di quelli con appezzamenti sui ripidi versanti bolzanini. Non solo l’allacciamento all’acquedotto e alla rete fognaria, ma anche l’accessibilità dei masi e altri servizi pubblici sono temi che dominano il dibattito . “Qui sul Virgolo ci sono una serie di questioni che vanno chiarite con i contadini”, reputa Tauferer.

Il Virgolo come simbolo dello stallo: Già l’anno scorso l’associazione “Bolzano domani – Zukunft Bozen” ha tenuto una conferenza stampa ai bordi della piscina degradata. “Qui all’epoca si allenava l’olimpionico Klaus Dibiasi. Ancora 40 anni fa il Virgolo era un luogo di incontro molto amato dai bolzanini. Qui passavano il loro tempo libero e praticavano sport e nel ristorante si organizzavano balli. Ma oggi come oggi tutte queste possibilità sono precluse ai cittadini. È una vergogna per Bolzano – e questo vale per molte altre cose in città”, denuncia Pitarelli: il ruolo dei quartieri, il museo civico, la scuola Aufschnaiter, il mercato delle erbe, il mercatino, lo squallore di molti impianti sportivi e dei parchi cittadini, il degrado dei portici, della biblioteca civica e di molti edifici comunali, il problema del traffico e dei rifiuti e molto altro ancora. “Per troppi anni a Bolzano non è successo nulla. È tempo per un nuovo dinamismo. Bolzano ha bisogno di una svolta.“

Didascalia: Anna Pitarelli assieme al collega del direttivo Elmar Pardeller in occasione della conferenza stampa dell’anno scorso presso la piscina in mezzo al degrado.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *