Politica Ultime Notizie

Della Ratta, “il dibattito sull’eccessiva presenza di mendicanti in città riemerge a fasi alterne”

7 Aprile 2015

author:

Della Ratta, “il dibattito sull’eccessiva presenza di mendicanti in città riemerge a fasi alterne”

Il dibattito sull’eccessiva presenza di mendicanti in città, riemerge a fasi alterne, senza che nel tempo venga purtroppo neppure mitigato il fenomeno.

Nessuno penso (e ne sono certo) vuole accanirsi contro i deboli, in questo caso i mendicanti.

Si vorrebbe solo che un fenomeno fino ad alcuni anni fa contenuto entro limiti fisiologici, ritorni ad essere accettabile in un tessuto sociale tipico di una piccola cittadina quale la nostra.

Con il non interventismo in materia, non facciamo altro che alimentare facili speranze e richiamare dai paesi e dalle città vicine (e gli esempi sono molteplici) chi del chiedere l’elemosina ha fatto una professione (come riportato anche in una ricerca svolta da Volontarius).

Deve essere posta allo studio la possibilità di disciplinare “l’attività del chiedere l’elemosina”, al fine di mitigarne l’impatto nei confronti della cittadinanza.

I comuni mettono a disposizione dei cittadini in difficoltà molteplici strutture e servizi per garantire i bisogni primari. Questa è la leva che dovrebbe sollevare i dubbi di chi è restio ad intervenire nei confronti di chi ha fatto del chiedere l’elemosina una vera e propria professione.

Non si può vietare l’accattonaggio, ma lo si può regolamentare, evitando ad esempio venga chiesta l’elemosina in alcuni luoghi sensibili (individuando, nell’intero capoluogo, come è stato fatto ad esempio a Venezia, luoghi e tempi  in cui è vietato mendicare), e soprattutto lo si può mitigare dando un chiaro segnale di contrasto a questa pratica che ormai è chiaramente diventata un fenomeno di tipo organizzato.

Da alcuni anni a Bolzano (prima il fenomeno era quasi inesistente nella nostra città), lungo le vie del centro ed in periferia, davanti ai supermercati, ai bar ed ai negozi, davanti al cimitero ed alle chiese, ovunque ci si imbatte in mendicanti che insistentemente chiedono l’elemosina.

Il cittadino (specie le donne e gli anziani) è tartassato e indifeso di fronte a uno stillicidio di richieste e “piccole molestie”.

Nonostante le rassicurazioni ottenute e le pseudo o disattese ordinanze sul tema, nonostante le analisi ed il monitoraggio del fenomeno al fine di una sua regolamentazione, sembra che nella città capoluogo non si abbia intenzione di disciplinare l’attività del chiedere l’elemosina allo scopo di un suo contenimento.

Auspico invece che, al pari di altre città, si intervenga finalmente per modificare il regolamento della polizia municipale del comune di Bolzano, in modo di poter intervenire nei casi di accattonaggio, specie se organizzato e molesto. Dando così a chi controlla degli strumenti, che ora non ci sono, per intervenire e far spostare coloro che praticano tale attività, che, per inciso, non è vietata dalla legge.

Ignorando la problematica non si fanno gli interessi né dei cittadini né di coloro che chiedono l’elemosina, spesso loro stessi vittime di sfruttatori.

Claudio Della Ratta

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *