Sport Ultime Notizie

14 agosto 2014: Giorgini-Rath e Brkic-Cachin sono le semifinali di venerdì, ore 13 e 15

15 Agosto 2014

author:

14 agosto 2014: Giorgini-Rath e Brkic-Cachin sono le semifinali di venerdì, ore 13 e 15

Un italiano, un argentino, un bosniacoe un austriaco sono i semifinalisti del Trophy Cassa di Risparmio a Rungg. Le semifinali so giocano venerdì a partire dalle ore 13. Il 30enne azzurro Daniele Giorgini (ATP 510) se la vedrà con il 23enne austriaco Marc Rath (ATP 398), mentre il 24enne bosniaco Tomislav Brkic (ATP 350) incontrerà la 19enne speranza argentina Pedro Cachin (ATP 328). Fuori invece il finalista 2013 Matteo Trevisan (ATP 362).

Cachin é l’atleta rimasto in gara meglio piazzato nella graduatoria ATP, mentre Daniele Giorgini è il “peggiore”. Domani, venerdì, il pubblico vedrà un duello fra 2 teste di serie (Cachin-Brkic) e un duello fra non teste di serie (Giorgini-Rath) per la finale.

Il programma del Trophy Cassa di Risparmio a Rungg per gli ultimi due giorni ora è il seguente: Venerdì (Ferragosto) si giocano le due semifinali di singolare alle ore 13 e 15, poi a seguire alle ore 17 ci sarà la finale di doppio. Sabato alle ore 11 poi sarà disputata la finale del singolare. Prima però – alle ore 9.30 – il pubblico potrà vedere un’esibizione di tennis con sedie a rotelle, con l’ascendente Ivan Tratter di San Genesio e il caldarese Michael Stampfer.

Il primo, che oggi ha staccato il biglietto per la semifinale, è stato l’azzurro Daniele Giorgini (ATP 510). Il 30enne veterano del tennis ha dominato il giustiziere di Patrick Prader, Nicola Ghedin (ATP 984) senza grossi problemi (6/0 6/4). Er ben visibile come Ghedin non si trovava proprio a suo agio con il gioco variabile di Giorgini, mentre ieri era andato a nozze con il gioco aggressivo di Prader, sul quale si appoggiava benissimo. Giorgini cambiava top e slice, colpi duri con palle più molli, e Ghedin non riusciva mai a trovare quel ritmo che ieri contro Prader lo aveva portato a disputare un match quasi senza errori. Giorgini, che è di San Benedetto del Tronto e a Rungg è un ospite usuale, ha dato ulteriormente prova del suo buonissimo stato di forma. A luglio aveva vinto un futures di 15.000 dollari e raggiunto la finale di un secondo. Da quando Giorgini nel 2006 ha giocato per la prima volta a Rungg, non era mai andato oltre i quarti di finale (2006 e 2007). Ora all’età di 30 anni ha colto il suo miglior risultato a Rungg, dopo che nel 2013 aveva perso negli ottavi proprio contro quel Juan Lizariturry che ha sconfitto al primo turno quest’anno e aveva anche raggiunto la finale di doppio al fianco di Matteo Volante.

Poi ha centrato i quarti anche Tomislav Brkic (ATP 350), giustiziere di Georg Winkler al primo turno. Il 24enne bosniaco ha impressionato anche oggi con i suo colpi durissimi. Il 19enne talento azzurro Matteo Donati (ATP 303) non ha trovato la „medicina“ giusta contro Brkic, che a Rungg non ha ancora perso un set. Guadagna importanza quindi il rendimento del giovane Georg Winkler, che al primo turno aveva ben figurato contro Brkic.

Non si ferma più il 23enne austriaco Marc Rath (ATP 398). Da quando al primo turno contro Filippo Leonardi ha annullato 4 palle match, non ha perso più un set. Oggi Rath ha eliminato la testa di serie numero 4 del torneo, il belga Yannik Reuter (ATP 306), che finora aveva perso solo 4 game in due match. Rath, alto 1,90 metri, non ha mai lasciato sorgere dubbi su chi avesse lasciato il campo da vincitore. 6/2 6/2 il risultato dopo 47 minuti.

Pedro Cachin (ATP 328) e il finalista del 2013 Matteo Trevisan (ATP 362) in serata hanno dato vita ad un match sul filo di lana. Anche oggi la speranza argentina ha cambiato colpi eccezionali con errori incredibili. È andato subito avanti 4/1 per poi farsi sorpassare da Trevisan (4/5) ed annullare ben 3 setpoint. Dopo averli annulato e pareggiato (5/5), Cachin ha fatto subito il break per vincere il primo set 7/5. Nel secondo set il 19enne argentino ha breakato Trevisan per il 4/3, andanto poi 40/0 sul suo servizio – e perderlo! Sul 4/4 altre due palle break sprecate e Trevisan si è portato al tiebreak. 3/0 Cachin, 3/5 Trevisan in un tiebreak pazzo. Trevisan anche in questo set ha avuto palle set, come nel primo, non sfruttandoli. Poi a Cachin è stata utile la seconda palla match per il 9/7. Trevisan invece doveva accettare la sconfitta, ben sapendo che con un pizzico di fortuna il match sarebbe finito a suo favore.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *